CARLO E GIANLUCA CICCARELLI

CARLO CICCARELLI E GIANLUCA CICCARELLI

Ulisse Gallery

 

Ugo Attardi è un’artista immenso.

l’aspetto più importante del lascito umano ed artistico di Ugo Attardi, per chi l’abbia conosciuto, è la solida voglia di vivere che ha animato la sua vita e che traspira dalle sue opere; una voglia inevitabilmente percorsa da angosce ,frutto, molto spesso, del desiderio di vincere la volgarità dei soprusi.

L’opera di attardi vive in un nobile mondo  sconosciuto ai più, essa è ricca di tensione che si regge su un impercettibile filo, sempre in equilibrio e sicuramente indenne dalla banalità  che sempre è in agguato.

Gentile fino al parossismo verso gli uomini e le donne che gli si sono fatti incontro, attento in sommo grado verso il mondo che lo circondava, prodigo in molteplici forme. E questo solo a dire dell’uomo, di cui ho avuto fortuna e vanto ,d’essere amico.

La sua rimane, in un mondo distratto costantemente dall’inessenziale, una delle ultime pitture radicali. La radice delle cose, nella sua forza fenomenica, si impone .E allora all’uomo rimane poco, per dover essere innovativo. All’uomo spetta il saper pensare l’Identico(la fuga dall’essere è il male, diceva qualcuno…) nelle forma specifiche del suo farsi mondo.

Puerili, e selvaggi, come ragazzini, si diventa quando si brama la novità per la novità (novitatum preumptio),che era ancora ,nel nostro seicento ,un peccato; Platone dice nel Timeo che l’eccesso di sensazioni impedisce i movimenti propri e intellettuali della psiche , “non si volge chi a stelle è fisso…”.

Allora soli si intraprende il cammino. Attardi questo ha saputo fare con l’Arte sua: omaggiare le forme che sempre agitano l’uomo, riconoscerne la loro forza ed il loro diritto ad essere. Allora il male viene domano ed è possibile per l’uomo, una piccola pace. Il demonio può persuadere, non costringere. E tutto questo solo, in un mondo che correva  nell’altra direzione.

Attardi ha rappresentato il mondo che noi tutti, sempre abitiamo, che riconosciamo a stento, e da cui spesso cerchiamo la fuga .

Provo sempre dentro di me un fortissimo sentimento di dolore, amore e gratitudine.

Tra i moltissimi messaggi lasciati da Ugo Attardi al mondo dell’arte, e a tutti ,è una dolorosa amarezza per un lungo ma mai abbastanza capitolo della mia vita che con la sua scomparsa si è chiuso e che non saprò mai riaprire.

Non c’è alternativa.

Anzi no: l’alternativa è davanti gl’occhi: l’inferno del nostro viver quotidiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...